Confindustria parla di noi

Nell’uscita di Giugno Imprese Magazine, la rivista economica di Confindustria Venezia dedica uno spazio a Logos Technologies titolato:” Logos Technologies, nel cuore antico di Mestre c'è chi progetta il business di domani.”

"Difficile immaginare che nel bel mezzo di Mestre, in una elegante via del centro, tra villette liberty e palazzine aristocratiche, ci sia oggi il quartier generale di un'azienda ad alta capacità tecnologica. Eppure è così, visto che in via Felisati ha sede Logos Technologies, impresa nata nel 1998 dall'intuizione di Livio Pianura, fondatore e socio unico dell'azienda. E sarà ancor più sorprendente scoprire che qualche metro sotto l'asfalto di via Felisati si nasconde il cuore elettronico dell'azienda: un data service – uno stanzone pieno di computer grandi come armadi – che di solito si associa ad aziende come Google o Amazon, e che invece, all'insaputa di tutti, è proprio lì, a due passi, come il vicino della porta accanto.

Oggi si parla tanto di cloud computing, ma Logos lo faceva già 10anni fa”, spiega Alessandro Masolo, marketing Manager di Logos Technologies. Come a dire: l'azienda ci ha sempre visto lungo, ed è per questo che oggi si trova ad essere un punto di riferimento per quelle aziende di grandi e medie dimensioni che cercano un partner tecnologico all'altezza della situazione, costantemente sintonizzato sulle nuove sfide del mercato digitale. Tutto “chiavi in mano”.

D'altronde, Logos Technologies è un'azienda giovane e fatta da giovani – i 40 dipendenti hanno un'età media di 35anni – con un trend di crescita (+15%) che farebbe la felicità di tanti imprenditori. Tra i suoi clienti ci sono importanti realtà economiche e industriali quali Banca Etica, Fastweb, Pixart, Grafica Venete, Rubelli, e altri ancora.

Capire in anticipo quel che serve al mercato del futuro è stato finora l'asso nella manica della società controllata da Livio Pianura, 35enne originario della provincia di Treviso . Anzi, lo stesso patron è, in questo, un esempio, visto che, dopo aver cominciato giovanissimo a frequentare la facoltà di Filosofia (viene da qui il nome Logos?), lascia l'università per mettersi in proprio, seguendo la propria passione per l'informatica. “Cominciata con i primi Commodore, e poi coltivata da autodidatta”, ricorda Masolo.

Così si è passati prima da una società di consulenza, di tipo familiare, a una vera e propria azienda in grado di fornire servizi e competenze altrimenti difficili da reperire nel territorio veneziano. Si prenda, ad esempio, la mancanza di banda larga, una grave lacuna che per anni ha penalizzato tante aziende e ampie zone della provincia. Logos ha capito in anticipo le potenzialità di questa “mancanza d'infrastruttura” digitale e vi ha posto rimedio, creando un propria rete “wireless” in grado di portare, via ponte radio, la banda larga lì dove era altrimenti impossibile.

“In questo modo – aggiunge Alessandro Masolo – siamo riusciti a portare la banda larga nell'intera area di un grande campeggio di Cavallino, che in questo modo è riuscito a fornire un servizio che i clienti ritengono ormai irrinunciabile. Con il ponte radio riusciamo ad arrivare alla velocità di 100 megabit al secondo”.

Immaginare il futuro vuol anche dire investimenti, programmazione. Si deve fare oggi quel che verrà richiesto domani. Con questa mentalità, Logos ha potuto prevedere anche “l'esplosione” del cloud computing e del system integrator, costruendo un profilo di alta professionalità e dedicato in esclusiva alle grande e medie imprese. Il ragionamento è immediato: offrire alle aziende un “pacchetto” di servizi informatici e tecnologici “chiavi in mano”, in grado di coprire tutto il ventaglio di esigenze che mano a mano il mondo del digitale va richiedendo. Il tutto, puntando alla convenienza e all'efficienza. La Logos offre ai propri clienti un servizio personalizzato che corrisponde a una sorta di canone mensile; in cambio, le aziende saranno sempre al passo con i tempi, ma senza dover di volta in volta aggiornare il proprio “parco tecnologico”, quindi senza dover fare investimenti che, vista la velocità con il quale evolve il mondo dell'informatica, sarebbero già vecchi prima ancora di averli ammortizzati. Inoltre, grazie alla presenza in azienda di un gruppo di programmatori, la Logos Technologies è in grado di costruire “programmi su misura” in base alle esigenze dei propri clienti.

“La Logos è solita investire il 15% delle proprie risorse in ricerca e sviluppo – sottolinea Alessandro Masolo – e a dedicare l'8% del tempo di lavoro dei propri dipendenti in formazione continua. Se si presenta la mancanza di personale altamente specializzato, siamo pronti a fare scouting nelle altre aziende, come abbiamo recentemente fatto acquisendo personale proveniente da H-Farm e Fastweb.  Chi lascia queste grandi realtà lo fa è convinto che Logos sia una realtà in forte espansione”.

In effetti, Logos pensa in grande, tant'è che ha già deciso di cambiare sede. Tra il 2014 e il 2015 lascerà via Felisati per trasferirsi in via Torino, dove ha acquistato l'immobile della ex concessionaria Chiodi. A due passi dal Vega e dalla nuova sede di Ca' Foscari. Scommettiamo che sarà proprio via Torino il baricentro della Sylicon Valley veneziana?"